AZIONARIATO DI BANCO BPM

Il capitale sociale sottoscritto e versato è pari a euro 7.100.000.000,00.
Il capitale sociale è suddiviso in n. 1.515.182.126 azioni ordinarie prive del valore nominale.

Di seguito si riportano le partecipazioni rilevanti nel capitale sociale di Banco BPM, sulla base delle segnalazioni effettuate dai soggetti ai sensi di legge, oltre che le quote detenute dai soggetti aderenti all’Accordo di Consultazione sottoscritto il 21 dicembre 2020.

 

AzionistaQuota %
Capital Research and Management Company 14,99%
G.g.g. SpA 24,98%
Invesco Ltd. 32,57%
Fondazione ENPAM 41,95%
Fondazione CRT 41,78%
Calzedonia Holding S.p.A. 51,75%
Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca 41,24%
Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria 40,50%
Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto 40,03%

Note:

  1. Partecipazione rilevante ai sensi dell’Art. 120 D.LGS. 58/98.

  2. Partecipazione rilevante ai sensi dell’Art. 120 D.LGS. 58/98; soggetto posto al vertice della catena partecipativa: Girondi Giorgio

  3. Partecipazione rilevante ai sensi della Delibera Consob N. 21304 del 17/03/2020.

  4. Aderente, con altri soci del Banco BPM, ad accordo di consultazione rilevante ai sensi dell’art. 122 D.Lgs 58/1998 per i cui dettagli si rimanda a quanto riportato nella seguente sottosezione “Accordo di consultazione”

  5. Comunicazione resa, ai sensi della Delibera Consob N. 21304 del 17/03/2020, per le partecipazioni già detenute alla data di entrata in vigore della Delibera stessa.

 

 

Ultimo aggiornamento al 21 dicembre 2020

ACCORDO DI CONSULTAZIONE

Di seguito si trovano le informazioni essenziali sull’Accordo di Consultazione che è stato stipulato in data 21 dicembre 2020 e che raggruppa il 5,498% del capitale sociale di Banco BPM.

DIVIDENDI

In questa sezione saranno inseriti i futuri dividendi con relative documentazioni.

Come indicato nel comunicato stampa dei risultati al 30 giugno 2020, Banco BPM ha recepito la comunicazione della Banca Centrale Europea del 27 luglio 2020 che raccomandava di non procedere al pagamento di dividendi per gli esercizi 2019 e 2020 almeno fino all’1 gennaio 2021.