Fondazione AIRC e Banco BPM insieme contro il cancro

Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro e Banco BPM hanno stretto una partnership di grande valore e per i prossimi cinque anni saranno “insieme contro il cancro”.

Saremo a fianco di AIRC come partner istituzionale di raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica e di divulgazione della corretta informazione sulla prevenzione, la diagnosi e la cura del cancro.

Questa partnership si inserisce in una nostra più ampia visione di responsabilità sociale, sensibile a tutte quelle iniziative volte a creare valore sostenibile nel tempo e a promuovere lo sviluppo dei territori in cui operiamo.

La partnership con AIRC – commenta Giuseppe Castagna, il nostro amministratore – ha un grande valore per la Banca sia per il coinvolgimento dei colleghi e delle loro famiglie, sia dei clienti e delle comunità locali. Crediamo fortemente nella valenza della ricerca e della sua divulgazione. Far parte di un territorio significa non solo lavorare con i suoi attori principali, famiglie e imprese, ma anche condividere e restituire beneficio con iniziative che portano con sé un valore indiscutibile”.

“Territorio e comunità sono due pilastri di AIRC: 17 Comitati Regionali, 20.000 volontari, 4 milioni e mezzo di sostenitori, 5.000 ricercatori che lavorano nei laboratori di tutta Italia, pubblici e privati” – aggiunge Niccolò Contucci, direttore generale di AIRC – “Attenzione al territorio significa raccogliere fondi e poi restituirli alla comunità attraverso l’impegno dei ricercatori, valorizzando ogni singolo euro che riceviamo dalle donazioni di privati, aziende e dal 5 per mille dei contribuenti, garantendo che venga destinato solo alla migliore ricerca sul cancro, nell’interesse dei pazienti e delle loro famiglie. La partnership fra AIRC e Banco BPM rispecchia questa visione e ci consentirà di sostenere concretamente e con continuità il progresso della ricerca sul cancro in Italia”.

La partnership con AIRC vuole essere un’iniezione di energia sul territorio, oltre che di sostegno concreto alla ricerca. Dalla firma dell’accordo in poi sono tantissime le attività che abbiamo messo in campo: abbiamo coinvolto la nostra rete di clienti e dipendenti con un ciclo di conferenze, sponsorizzato spettacoli e charity dinner, implementato appositi strumenti per donare da home banking e dai punti ATM.

Attraverso i grandi eventi di raccolta fondi contribuiremo a sostenere la ricerca sui tumori femminili e sui tumori pediatrici, la formazione e specializzazione dei giovani talenti dell’oncologia italiana, la divulgazione della conoscenza sui temi della prevenzione e della cura dei tumori e l’informazione dei cittadini sui risultati e sui progressi della ricerca.

Condividi con gli amici